Le vendite online del fashion crescono ma si investe poco sulla personalizzazione di tutti i canali

  • SMC Consulting
  • News
  • Le vendite online del fashion crescono ma si investe poco sulla personalizzazione di tutti i canali
Le vendite online del fashion crescono ma si investe poco sulla personalizzazione di tutti i canali
Da SMC Consulting in News pubblicato il 13 dicembre 2018 0 commenti

Le vendite online, nel mercato del fashion, stanno crescendo tre volte più velocemente delle vendite dei negozi tradizionali, questo è quanto si legge nello studio Dressed For Digital – The Next Evolution In Fashion Marketing, realizzato da Boston Consulting Group e Zalando Marketing Services. La ricerca ha coinvolto più di 90 marchi internazionali del comparto moda, ed ha rivelato, prima di tutto che che il 20% del volume degli scambi commerciali è già online ma che questo numero è destinato a crescere fino al 25% entro il 2020, cosa che si suppone porterà ad una forte concentrazione dei budget marketing proprio sul canale online.

Altro punto messo in evidenza è il fatto che sono molte le aziende che investono nel marketing digitale ma solo poche poi riescono a raccoglierne i frutti. Punto focale delle strategie digitali online è la personalizzazione per il 76% delle aziende, ma solo il 13% la utilizza in modo completo, attraverso e-mail, post sui social media e screen personalizzati rispetto ai singoli clienti. 

Secondo i ricercatori, meno del 10% dei fashion brand personalizza i propri messaggi via email, social media a pagamento e pubblicità display. Per la maggior parte, anche l’ecommerce non è personalizzato; solo il 38% dei marchi ha un motore di recommendation e solo il 21% integra il proprio servizio online con l’offline per offrire ai propri clienti un’esperienza omnicanale senza soluzione di continuità. Tuttavia, gli attori digitali del comparto moda utilizzano già la personalizzazione, soprattutto quando si tratta di motori di recommendation per la creazione di contenuti (75%), user experience e creazione di siti web adattivi (75%) e la convergenza dei canali online e offline (63%), migliorando, così, l’esperienza in store con le informazioni digitali.

Quello che quindi si deduce è che quello che manca al momento alle aziende del comparto moda è la personalizzazione di tutte le comunicazioni su tutti i canali, non solo sui canali digitali. Ogni esperienza con un fashion brand online dovrebbe essere personalizzata in base al profilo del cliente, alla sua posizione, alla cronologia della navigazione e degli acquisti. 

Condividi su