Skip to main content
Blog

Phygital: l’innovazione nel retail che unisce online e offline

By 25 Gennaio 2024No Comments
Tempo di lettura
3 minuti
Phygital

L’Italia emerge come leader europeo nella fusione dell’esperienza digitale e fisica nel retail. Con oltre il 70% degli italiani che hanno abbracciato gli acquisti phygital, è chiaro che l’innovazione nel settore retail non è solo una tendenza, ma una realtà in espansione. 

I dati parlano chiaro: il phygital è l’innovazione del retail, deve essere chiara l’importanza di un’esperienza di acquisto omnicomprensiva.

Il phygital e le esperienze interattive in store

Le esperienze interattive nei negozi fisici sono un potente strumento per incrementare l’engagement dei clienti. L’uso di tecnologie come la realtà virtuale e gli schermi interattivi può trasformare una semplice visita in negozio in un’avventura memorabile. La personalizzazione in tempo reale dei prodotti, attraverso configuratori digitali o realtà aumentata, permette ai clienti di vedere e sentire l’effetto dei loro scelte di personalizzazione, aumentando così l’attaccamento emotivo al prodotto e al marchio.

È importante anche creare sinergia tra esperienza web e in-store: è vitale per offrire un percorso di acquisto fluido e senza interruzioni. Questo approccio omnicanale assicura che i clienti ricevano un’esperienza coerente e collegata, indipendentemente dal punto di contatto scelto. In un mondo dove i consumatori si aspettano flessibilità e personalizzazione, la capacità di integrare i dati e le esperienze tra online e offline diventa un fattore chiave per il successo dei retailer.

Esigenza di migliorare l’esperienza omnichannel

Mentre l’adozione phygital cresce, emerge la necessità di migliorare l’omnicanalità. Il 22% dei clienti che visitano i negozi fisici finisce per acquistare online altrove, evidenziando l’importanza di un’esperienza cliente coesa e integrata.

L’importanza di un’esperienza omnichannel efficace nel retail moderno è evidente. Per i retailer, l’integrazione tra online e offline non è solo una questione di tecnologia, ma riguarda anche la coerenza in tutti gli aspetti dell’esperienza di acquisto. Questo include uniformità nei prezzi, offerte simili su tutti i canali e un servizio clienti che conosca la storia del cliente attraverso tutti i touchpoints. Una strategia omnichannel ben implementata previene la perdita di clienti che, dopo una visita in negozio, potrebbero essere tentati di acquistare altrove online. Inoltre, offre ai clienti una transizione fluida tra l’esperienza online e quella fisica, migliorando la loro soddisfazione complessiva e la fedeltà al brand.

Digitalizzazione e personalizzazione dell’esperienza di acquisto

L’integrazione di strumenti digitali in-store può portare a una maggiore personalizzazione, con il 48% dei consumatori che apprezzano consigli specifici e il 44% che valuta positivamente la conoscenza anticipata dei loro problemi passati da parte dei negozianti.

Approfondendo l’aspetto della digitalizzazione e personalizzazione dell’esperienza di acquisto, è importante sottolineare che la tecnologia gioca un ruolo cruciale nell’abilitare questa personalizzazione. Utilizzando big data e analisi predittiva, i retailer possono comprendere meglio le preferenze e i comportamenti di acquisto dei loro clienti. Questo permette di offrire raccomandazioni personalizzate e promozioni mirate, migliorando significativamente l’esperienza di acquisto. Questa strategia non solo aumenta la soddisfazione del cliente ma può anche portare a una maggiore fidelizzazione e a un incremento delle vendite. Inoltre, la personalizzazione aiuta a creare un senso di unicità e valore per il cliente, rafforzando la relazione tra cliente e brand.

Conosci il modello EPIC?

EPIC: acronimo che sta per Evocatività, Prossimità, Indicatori, Coinvolgimento.

  1. Evocatività: utilizzare strumenti visivi (come immagini e video) per stimolare la sfera emotiva, fondamentale nelle decisioni
  2. Prossimità: presentare informazioni rilevanti e attinenti alla vita quotidiana del cittadino-consumatore
  3. Indicatori: offrire dati e statistiche chiari, facilmente comprensibili e comparabili
  4. Coinvolgimento: coinvolgere i cittadini consumatori a partecipare in iniziative pratiche con risultati tangibili e misurabili

Il modello Epic nel contesto dell’esperienza cliente si concentra sulla creazione di momenti di picco emotivo che rendono l’esperienza di acquisto unica e memorabile. Questo modello va oltre la semplice risoluzione delle insoddisfazioni, spingendo i retailer a concentrarsi sulla creazione di esperienze che sorprendono e deliziano il cliente. L’obiettivo è di generare emozioni positive forti che possano lasciare un’impressione duratura, elevando così l’esperienza di acquisto complessiva. Questo approccio aiuta a costruire una relazione più profonda tra il cliente e il brand, incentivando la fedeltà e la promozione del passaparola.

Conclusioni

L’innovazione nel settore retail richiede un equilibrio tra digitale e fisico. Adottare un approccio phygital non solo migliora l’esperienza del cliente, ma posiziona anche i brand al passo con le mutevoli aspettative del mercato. Per saperne di più su come possiamo aiutare il tuo ecommerce a navigare in questo paesaggio in evoluzione, contattaci oggi stesso. La tua trasformazione digitale inizia qui.

Hai un progetto? Insieme possiamo aiutarti a realizzarlo!

contattaci