NewsNewsUncategorized

Content Marketing Strategy: alcune linee guida (seconda parte)

By 23 Maggio 2019 No Comments
Tempo di lettura
2 minuti

Investire sulla produzione dei contenuti in teoria è semplice: pubblicare articoli sul blog, video su YouTube, grafiche su Instagram può essere la soluzione. Ma solo se alla base c’è una Content Marketing Strategy.

Ma come fare (prima parte)?

  • Individuare i migliori canali per ogni contenuto

    Una volta analizzati i contenuti già esistenti e individuati quelli che funzionano meglio si può partire da questi e dai canali dove sono inseriti. Non tutti i canali vanno bene, per ognuno il contenuto dovrà essere diverso ma sempre coerente con la missione del Brand e con il messaggio che si vuole veicolare.

  • Decidere i tipi di contenuti

    La maggior parte delle Content Marketing Strategy di successo si basano sull’avere un nucleo centrale di contenuti pubblicati sul proprio sito che può essere riproposto e condiviso su altri siti. Quindi i post dei blog sono una parte essenziale  content marketing mix, e continuano a dare risultati importanti.
    Come dimostra la nostra ricerca, i contenuti video dovrebbe essere una parte essenziale di qualsiasi Content Marketing Strategy, in quanto è dimostrato che coinvolgono i visitatori e riescono a  mantenerli sul sito a lungo, aiutano a migliorare la generazione di lead e a ridurre l’abbandono.
    Anche le infografiche si dimostrano contenuti visivi utili a migliorare il coinvolgimento dell’utente.

  • Identificare e assegnare le risorse

    Una volta definito il tipo di contenuto da creare e il target e i canali bisognerà assicurarsi di avere le giuste risorse per poter mettere in atto quanto previsto.
    Questo implica definire:
    Chi è responsabile della produzione e della manutenzione dei contenuti
    Quali strumenti e risorse umane, fisiche o digitali si ha di bisogno per creare i contenuti?
    Quale sarà il flusso di lavoro per la pubblicazione pubblicazione, inclusa la pianificazione dei contenuti

  • Creare un calendario dei contenuti

    La creazione di un piano editoriale ci permette di pianificare dove e quando pubblicare i nostri contenuti

  • Creare i contenuti

    Attraverso le analisi precedentemente fatte siamo ora in grado di capire quali sono gli argomenti che interessano di più i nostri utenti e quindi usarli per creare dei contenuti ad-hoc. Il contenuto dovrà sempre riflettere la personalità del il nostro brand  non dimenticando che dovrà essere attrattivo per l’utente.

Questi passaggi, in fine dovranno culminare con la misurazione dei risultati, valutare il successo della Content Marketing Strategy. Per fare questo bisognerà tornare a quei KPI che avevamo impostato all’inizio del piano, e quindi vedremo  cosa è cambiato e se si stanno raggiungendo gli obiettivi.

Leave a Reply