News

L’eCommerce in Italia vale 23,6 miliardi nel 2017

By 11 Ottobre 2017 No Comments
Tempo di lettura
2 minuti

L’eCommerce in Italia cresce del 17% nel 2017 raggiungendo 23,6 Miliardi di euro, questo è quanto emerge dalla ricerca presentata ieri dall’ Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm.

Nel 2017, gli acquisti online di Prodotti (pari a 12,2 miliardi) crescono del 28% e superano per la prima volta quelli di Servizi (+7%, 11,4 miliardi). Il Turismo si conferma primo settore (9,2 miliardi, +7%) seguito da Informatica ed elettronica di Consumo (4 miliardi, +28%), e Abbigliamento (2,5 miliardi, +28%).

I settori più in crescita sono l’Arredamento e Home living e il Food&Grocery che insieme arrivano a valere 1,8 miliardi di euro, il device più usato è lo smartphone  dal quale si fanno acquisti per  5,8 miliardi di euro, il 65%  in più del 2016.

Il rapporto ha pure raccontato come l’acquisto dei prodotti è cresciuto rispetto a quello dei servizi, nel 2017 arrivando a valere 12,2 miliardi di euro.

Il settore più in crescita è l’Informatica ed elettronica di consumo con circa 4 miliardi di euro e un tasso di crescita del 28%, poi abbiamo l’Abbigliamento che cresce del 28% e raggiunge i 2,5 miliardi di euro, non solo grazie al fashion ma anche al mass market. Tra i settori più performanti per il ritmo di crescita, troviamo il Food&Grocery (+43%) l’Arredamento e home living (+31%) con 900 milioni di euro ciascuno. Infine c’è l’Editoria con 840 milioni di euro (+22%).

Gli acquisti in tutti gli altri comparti di prodotto valgono insieme 3,2 miliardi di euro nel 2017, in crescita del 27% rispetto al 2016. Qui si distingue il contributo dei Ricambi auto, con l’acquisto online pezzi di ricambio e pneumatici, del Beauty e dei Giocattoli. L’acquisto di prodotti genera circa 150 milioni di ordini all’anno con uno scontrino medio di 85 euro.

Per la prima volta nella storia dell’eCommerce B2c in Italia, i prodotti, grazie a un ritmo di crescita quadruplo (rispettivamente +28% e +7%), raggiungono e superano i servizi (52% contro 48% a valore). Il paniere degli acquisti online si sta quindi lentamente avvicinando a quello rilevato nei principali mercati più evoluti (dove i prodotti incidono per il 70% circa)”, spiega Riccardo Mangiaracina, Responsabile scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm Politecnico di Milano.

I servizi , in fine, valgono complessivamente 11,4 miliardi di euro e il settore che spicca è sicuramente il il Turismo e trasporti con 9,2 miliardi,  poi abbiamo gli acquisti online nelle Assicurazioni che raggiungono quota 1,3 miliardi di euro (+6%) e rimangono focalizzati sulle RC Auto e in fine gli Altri Servizi, che valgono circa 900 milioni di euro (+3%), dove rimangono importanti i contributi del Ticketing per eventi e delle Ricariche telefoniche. L’acquisto di servizi genera circa 50 milioni di ordini all’anno con uno scontrino medio di 235 euro.

Fonte: Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm