News

L'incubo dei carrelli abbandonati, perchè?

By 26 Gennaio 2017 No Comments
Tempo di lettura
2 minuti

I carrelli abbandonati sono forse il principale incubo di chi ha un eCommerce anche perché spesso si parla di un numero elevato. L’indice medio dell’abbandono dei carrelli è del 69%, un numero che ci obbliga di fatto a interrogarci sulle cause di questi avvenimenti.

Ci possono essere molteplici motivi che spingono l’utente ad abbandonare il carrello, una buona procedura da seguire per individuarli è analizzare i diversi processi che portano l’utente all’acquisto.

La chiarezza delle informazioni

Spesso nella pagina prodotto non ci sono sufficienti notizie su:

  • Metodo di pagamento
  • Spese di spedizione
  • Tempi di consegna
  • Modalità di reso

La mancanza o la poca chiarezza di queste informazioni nella pagina prodotto e la loro presenza solo nella pagina check-out è una delle cause più frequenti di abbandono. 

Check-out troppo lungo

Esistono due tipi di check-out, quello breve one page checkout e quello lungo  , entrambi ugualmente validi, dipende tutto dal target di riferimento. 

Indipendentemente dalla scelta l’importante è che le informazioni richieste siano quelle strettamente necessarie all’acquisto in modo da evitare l’eccessiva perdita di tempo.

La registrazione in fase di acquisto

la registrazione, sopratutto al primo acquisto, è vissuta come una perdita di tempo, sopratutto per importi piccoli, e quindi causa dell’abbandono del carrello.

Salvataggio del carrello

Spesso si salva nel carrello prodotti per verificare il prezzo finale con le spese di spedizione e quindi valutare solo successivamente se completare l’ordine o meno.

Sito non responsive

Si sa che ormai la maggior parte degli acquisti si fa da dispositivi mobile e l’abbandono del carrello è assicurato se si hanno difficoltà nella visualizzazione.

La concorrenza

Altro caso di carrello abbandonato è quello derivante dalla concorrenza che visita il vostro sito e per capire costi e strategie simula un ordine.

Queste sono solo le più comuni ma si potrebbero aggiungere chi sta solo dando un’occhiata, chi viene distratto da altro, chi vede lo spazio per il coupon e lo va a cercare o chi preferisce andare in negozio e acquistare li.

Insomma le possibilità sono tante e la soluzione non è spesso banale. Farsi aiutare da esperti competenti è sicuramente il primo passo verso la soluzione.