Skip to main content
News

Quali sono gli elementi essenziali di una scheda prodotto efficace?

By 7 Marzo 2019Marzo 13th, 2019No Comments
Tempo di lettura
2 minuti

La scheda prodotto, in un ecommerce, è forse l’ultimo contenuto consultato prima di perfezionare l’acquisto, e proprio per questa sua peculiarità riveste una funzione cruciale. Concretamente consiste in un mix di testi, foto, video e tutto quello che può servire a far si che l’utente inserisca il prodotto nel carrello. Da qui si comprende come la scheda prodotto abbia bisogno di una particolare attenzione per essere efficace.

Quali sono gli elementi base di una scheda prodotto?

Il layout – Ovvero come i contenuti, le immagini, i video, sono distribuiti nella pagina, quali sono i colori utilizzati, l’indicazione dei percorsi, il raggruppamento delle prime informazioni che l’utente tende a guardare, le call to action. Si deve costruire lo schema di partenza su cui poi costruire tutte le schede prodotto, creando quindi delle vere e proprie linee guida.

Il contenuto – Essenziale, sia per generare traffico organico, sia per evitare che l’utente esca dal sito web per cercare informazioni su altri siti. Fondamentale in questa fase è partire dalla definizione della buyer persona, cosa vuole sapere, quali sono i dettagli che le possono interessare, senza mai dimenticare di riuscire, senza sembrare troppo presuntuosi, ad esprimere la nostra competenza sul prodotto. Dobbiamo sempre generare sicurezza e fiducia.

Titolo della scheda – E’ la prima cosa che viene letta dall’utente e deve riuscire a catturare l’attenzione tanto da far aprire la scheda e far venir voglia di approfondire i dettagli del prodotto. Dovrà quindi essere d’impatto e riuscire in poche parole a rispondere al bisogno dell’utente.

La scheda prodotto è soprattutto un contenuto e come tale dovrà essere ottimizzato per il SEO per migliorare il proprio posizionamento sui motori di ricerca.

Questo comporterà:

Non copiare da altri I contenuti dovranno essere originali se non si vuole essere penalizzati da Google.

Determinare le Keyword  Individuare le parole chiave con cui gli utenti normalmente cercano il nostro genere di prodotto sui motori di ricerca, questo ci aiuterà nel posizionamento.

Contenuti ottimizzati  Scrivere contenuti che mirino più alla risoluzione del problema/bisogno , più che elencare le caratteristiche del prodotto, non dimenticando di utilizzando le keyword scelte.

Non dimenticare i Microcontenuti – In questo caso, parlando di ottimizzazione in chiave SEO, per micromomenti intendiamo, oltre a tag title e meta description, tutto quello che riguarda le immagini, come il nome file, testo alternative, didascalia e title. Poi abbiamo anche le parole che si possono inserire nei bottoni per le call to action che portano al carrello, insomma tutti quei piccoli testi che sono presenti nella pagina anche se non direttamente visibili, tutto deve essere considerato contenuto da ottimizzare.